You are here

Classificazione CEAP

Classificazione CEAP

Classificazione CEAP delle malattie venose croniche

Allo scopo di standardizzare il reporting e il trattamento delle diverse manifestazioni delle malattie venose croniche, è stato messo a punto un sistema di classificazione generale (CEAP) per consentire la formulazione di una diagnosi uniforme e un confronto tra diverse popolazioni di pazienti. Creato da una Commissione Internazionale dell'American Venous Forum istituita appositamente nel 1994, è stato divulgato in tutto il mondo e ora rappresenta lo standard accettato per la classificazione delle malattie venose croniche.

I fondamenti della classificazione CEAP comprendono una descrizione della classe clinica (C) che si basa sui segni obiettivi, l'eziologia (E), la sede anatomica (A) del reflusso e dell'ostruzione nel sistema venoso superficiale, nel sistema profondo e nel sistema delle perforanti e la Fisiopatologia (P), sia essa da reflusso o da ostruzione.1

Sono state individuate sette classi cliniche riassunte nella tabella seguente:

 
CEAP classification of chronic venous disease Clinica
C0 assenza di segni visibili o palpabili di malattia venosa
C1 teleangectasie o vene reticolari
C2 vene varicose
C3 edema
C4a pigmentazione o eczema
C4b lipodermatosclerosi o atrofia bianca
C5 ulcera guarita
C6 ulcera attiva

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

S = sintomatica, con presenza di sintomi come dolore continuo, dolore acuto,
senso di tensione, irritazione cutanea, senso di pesantezza, crampi muscolari
ed altri disturbi attribuibili alla disfunzione venosa
A = asintomatica

Eziologia

Anatomia

Pathophysiology
Ec: congenita As: sistema venoso superficiale Pr: reflusso
Ep: primitiva Ap: sistema delle vene perforanti Po: ostruzione
Es: secondaria Ad: sistema venoso profondo Pr,o: reflusso e ostruzione
En: causa venosa non determinata An: sede venosa non determinata Pn: assenza di fisiopatologia venosa identificabile

 

Concepita come documento che si sarebbe evoluto nel tempo la classificazione CEAP è stata ufficialmente ritoccata e ampliata da un comitato internazionale di esperti sotto gli auspici dell'American Venous Forum nel 2004.2 Il documento modificato mantiene le classi CEAP di base, ma ne migliora i dettagli fondamentali. Per incentivarne un uso più ampio tra i medici, è stata adottata anche una classificazione abbreviata o "CEAP di base" in alternativa alla classificazione CEAP completa.3

Per aiutare i medici ad acquisire dimestichezza con l'uso della classificazione CEAP, il Prof. Jean-François Uhl e SIGVARIS propongono un CD educativo: "The CEAP game" è disponibile in inglese e in francese. Si prega di compilare il modulo di contatto per ricevere una copia omaggio del CD.

 

(1) Porter JM, Moneta GL. Reporting standards in venous disease: an update. International Consensus Committee on Chronic Venous Disease. J Vasc Surg 1995;21:635-45
(2) Eklof B, Rutherford RB, Bergan JJ, Carpentier PH, Glovicski P, Kistner RL, et al. Revision of the CEAP classification for chronic venous disorders: consensus statement. J Vasc Sur 2004;40:1248-52
(3) Meissner et al. Primary chronic venous disorders. J Vasc Surg 2007;46:54S-67S