Come evitare la "sindrome da classe economica"

Chiunque percorra lunghe distanze in posizione seduta è a rischio di complicazioni alle gambe. Indossare calze o collant compressivi può aiutare a prevenire questi problemi e aumenta notevolmente il comfort durante il viaggio.

Man an woman at hotel reception

Viaggia con gambe leggere!

Che sia in aereo, in treno o in auto, uno svantaggio del viaggio è che bisogna stare seduti per lunghi periodi di tempo con mobilità delle gambe limitata.

Questa mobilità ridotta delle gambe può portare a sintomi come gambe pesanti e stanche e/o piedi, caviglie e gambe gonfie. Nel peggiore dei casi, può anche portare alla cosiddetta “trombosi del viaggiatore”, una condizione grave durante la quale si forma un coagulo di sangue in una vena profonda della gamba.

Scopri di più sul potenziale pericolo durante i viaggi e su come gli indumenti compressivi possono aiutarti a non rischiare e a non avere fastidi nel tuo prossimo viaggio.

Che cos'è la “trombosi del viaggiatore” o la “sindrome da classe economica”?

Stando seduti per periodi di tempo prolungati, aumenta il rischio di trombosi. Questa grave condizione è anche nota come “trombosi del viaggiatore” o “sindrome da classe economica” e si riferisce a una formazione di coaguli di sangue nelle vene profonde delle gambe causata da una posizione seduta prolungata con le gambe piegate e mobilità limitata durante i viaggi in aereo, autobus, treno o auto.

In condizioni normali, i muscoli delle gambe fungono da sistema di pompaggio che aiuta il ritorno venoso dai piedi al cuore. Se il movimento delle gambe è limitato, l'attività delle pompe muscolari delle gambe è limitata e il sangue inizia a ristagnare nelle vene delle gambe. Ciò aumenta il rischio di sviluppare un evento trombotico. Questo rischio è ulteriormente aumentato dalla posizione seduta prolungata, che porta a una compressione delle vene delle gambe.

Una TVP può colpire chiunque durante i viaggi, ma alcuni fattori di rischio, come l'età avanzata, l'insufficienza cardiaca, l'obesità, la gravidanza, l'assunzione di prodotti ormonali per la contraccezione o la menopausa, recenti interventi chirurgici e grandi vene varicose aumentano ulteriormente il rischio di TVP.

Il brutto della "trombosi del viaggiatore" è che i sintomi si verificano spesso solo pochi giorni o addirittura settimane dopo il viaggio.

La trombosi del viaggiatore è una condizione grave che richiede cure mediche immediate. Nel peggiore dei casi, i coaguli di sangue si staccano e migrano verso i polmoni, causando un'embolia polmonare (EP), un evento potenzialmente fatale.

Gli indumenti compressivi possono aiutare a prevenire i sintomi come gambe stanche, pesanti e gonfie, e la trombosi del viaggiatore.

Il rischio di sviluppare trombosi venosa profonda (TVP) aumenta di quattro volte quando il viaggio dura quattro ore o più e impone di rimanere seduti.

Controllo dei sintomi: potrebbe essere trombosi del viaggiatore?

I seguenti sintomi sono un campanello di allarme della trombosi del viaggiatore. Tuttavia, i sintomi variano e non devono verificarsi tutti contemporaneamente.

  • Sensazione di gonfiore e dolore alle gambe e ai polpacci
  • Rossore e scolorimento della pelle
  • Temperatura localmente elevata

Un trombo in una vena superficiale di solito si manifesta con un'infiammazione. I sintomi possono anche presentarsi a distanza di tempo dal viaggio fatto. Se sospetti una trombosi, consulta immediatamente un medico.

Chiedi al tuo medico informazioni sulla prevenzione della TVP e di altri problemi venosi in viaggio.

Quali sono i vantaggi degli indumenti compressivi durante i viaggi?

Un modo semplice e comodo per alleviare i sintomi di gambe pesanti, doloranti e gonfie durante e dopo il viaggio è indossare calze a compressione graduata.

Inoltre, aumentando la circolazione sanguigna e migliorando il ritorno venoso, gli indumenti compressivi sono raccomandati al fine di ridurre il rischio di sviluppare condizioni più gravi come flebite, TVP o embolia polmonare durante i viaggi a lunga distanza.

È dimostrato che le calze compressive prevengono in modo affidabile i sintomi alle gambe legati ai viaggi.

LFSTL_reception-detail_Sigvaris.jpg

Una volta scoperti i vantaggi e la comodità delle calze compressive durante i viaggi, potrebbe venirti voglia di indossarle anche nella vita quotidiana.

right_arrow
  • Indossare vestiti larghi e comodi.
  • Muovere i piedi e le caviglie ogni 30 minuti (10 piegamenti e 10 rotazioni).
  • Bere molti liquidi per evitare la disidratazione; evitare l'alcool.
  • Fare una breve camminata almeno ogni due ore, in aereo o in treno o in una stazione di servizio.
  • Non accavallare le gambe per non ridurre il flusso sanguigno.
  • Indossare calze o collant compressivi per prevenire sintomi e gonfiore.
A man and a woman at a hotel reception

Altre letture